Il tuo Carrello

Quantità prezzo Totale
0,00
Procedi al Checkout
Il tuo carrello è vuoto
0 Oggetti | 0,00
incl. tasse, escl. commissioni

Visita la pagina dell'editore

Damster edizioni

Guido Zaccarelli
#essereGiornalista2020 nell’era della Conoscenza Condivisa®

#essereGiornalista2020 nell’era della Conoscenza Condivisa®
Prezzo Fiera 18,00

La scrittura è un momento importante del nostro tempo necessario per lasciare una traccia indelebile del passaggio dell’uomo sulla terra. Un tempo prezioso da dedicare alla riflessione dove immergere la propria anima nel silenzio, alla ricerca dell’armonia con se stessi, per illuminare le parole di sogni e di nuove emozioni.
Questo saggio raccoglie gli articoli pubblicati nel canale on-line “Dalla piramide al cerchio” del giornale “La Gazzetta dell’Emilia”, con lo scopo di lasciare una traccia scritta nel mondo reale e ridurre l’avanzata travolgente del mondo digitale, proiettato a rendere immateriale la vita dell’uomo, fino a mutarne l’identità.
Sfogliando le pagine di questo saggio, il lettore verrà immerso in un mondo variegato di contenuti, che spaziano dal mondo delle aziende, al mondo della scuola e della cultura per abbracciare il valore dell’etica, fino a compenetrare nella società civile.
Lo scopo è farsi prendere per mano dalle parole e addensarle di significati, con le proprie aspettative, i propri desideri, i propri sogni e fermarsi all’istante quando la ragione e l’emozione traboccano, per prendere fiato alla ricerca di nuove parole e di nuovi stati d’animo, fino a quando il capitolo non dà ragione di essere stato vissuto nella sua pienezza.
L’aspetto che maggiormente affiora è la “Persona” che assume un ruolo centrale in tutti gli articoli per il valore che etico e morale che esprime in ogni circostanza per migliorare la propria vita e l’esistenza altrui.

Primo capitolo

Prefazione, S.E. Mons. Don Erio Castellucci
Arcivescovo Abate di Modena - Nonantola

Leggere gli scritti del Prof. Guido Zaccarelli è sempre molto istruttivo: sono interventi densi, ricchi, pieni di riferimenti culturali. Le pagine raccolte in questo volume non fanno eccezione: ciascun capitolo stimola riflessioni e domande, può aprire dibattiti e confronti, suscita il desiderio di approfondire.
Non pretendo quindi di fare alcuna sintesi: oltre che difficile per me, sarebbe anche riduttivo: è bene che il lettore accosti integralmente queste pagine. Offro solamente una delle possibili chiavi di lettura. Guido assume sempre un approccio “olistico” alla realtà – a qualsiasi realtà volga la sua attenzione – e rifiuta giustamente e sistematicamente di adottare approcci parziali. Da ciascun angolo prospettico, ama vedere il “tutto”. In tal modo supera quel dualismo così diffuso in Italia, anche nella scuola e nell’università, tra la visione scientifica a la visione umanistica del mondo. Questa dicotomia non ha molto a che vedere con la sana specializzazione: piuttosto rispecchia una concezione “schizofrenica” della realtà che, se non corretta, rischia di causare dei danni culturali. Nell’immaginario comune, purtroppo, uno scienziato e un umanista sono praticamente l’antitesi l’uno dell’altro e il loro pensiero è inconciliabile. Salvo poi scoprire, in molti casi, che i più grandi uomini di scienza sono nutriti di un pensiero filosofico e spesso anche teologico molto forte, e che gli umanisti insigni sono aperti e spesso anche interessati alle scoperte scientifiche.
Nelle pagine di questo volume, in particolare, l’Autore mostra come la cura delle relazioni, a tutti i livelli, “fa bene” anche all’uomo economico e tecnologico. I ripetuti approfondimenti delle logiche aziendali, delle quali Guido è esperto, avvengono sempre in riferimento al patrimonio umanistico più alto, ai valori filosofici e, in fondo, anche religiosi che sono alla base della cultura occidentale. Emerge molto bene, nelle innumerevoli sfumature toccate dall’Autore, l’unità dell’essere umano, in tutte le sue dimensioni: dalla domanda sul senso della vita alla gestione d’impresa, dall’impegno per gli altri al miglioramento della vita professionale, dalle questioni più profonde e vitali fino alla custodia del quotidiano. Un fil rouge, una visione olistica, che aiuta a collocare ogni desiderio, ogni meta, ogni azione dentro a un quadro esistenziale ampio e sensato.
Grazie al Prof. Zaccarelli per questa nuova fatica e buona lettura a tutti!

Erio Castellucci

 

Specifiche

  • Pagine: 270
  • Anno Pubblicazione: 2019
  • Formato: 15,5 x23
  • Isbn: 978-88-6810-380-4
  • Prezzo copertina: 18

Italia Book Festival è un progetto Edizioni del Loggione S.r.l. - Tutti i diritti riservati

Seguici

ContaTti

Telefono 351 886 28 90

Edizioni del Loggione srl
Sede legale: Via Piave, 60 - 41121 - Modena - Italy
P.Iva e C.F.: 03675550366
Iscrizione Camera Commercio di Modena REA MO-408292


© ItaliaBookFestival è un marchio registrato Edizioni del Loggione srl